sorriso-in-gravidanza

CURA DELLA BOCCA IN GRAVIDANZA, COSA FARE?

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

 

Una corretta igiene orale in gravidanza è importantissima per salvaguardare la salute dei denti delle future mamme e dei nascituri. Lo stato gravidico e le modificazioni fisiologiche che coinvolgono le donne durante i nove mesi prima del parto possono influire negativamente sulle condizioni di denti e gengive, generando o peggiorando problemi già in atto. Tra questi carie, infiammazioni ed erosioni dello smalto sono le più frequenti. Ma non è tutto: una mamma con le carie ha una maggiore probabilità di trasmettere i batteri al bebè, senza contare che sembra esistere un’associazione tra gengiviti e parti pretermine o con basso peso alla nascita.

 

 

 

Dolce attesa: quali sono i problemi dentali più frequenti?

Il principale problema per le donne incinte sono le gengive e, più in generale, i tessuti parodontali. Le probabilità di sviluppare un’infiammazione dipende dalle normali modificazioni ormonali e della risposta immunitaria che sopraggiungono in questo periodo, dall’aumento della placca batterica e dalla sua diversa composizione. Gli ormoni della gravidanza, infatti, favoriscono lo sviluppo di batteri responsabili di gengiviti.

Le gengive quindi si gonfiano, risultano dolenti, possono sanguinare e, in alcuni casi, essere accompagnate da granulomi piogenici, piccole escrescenze dovute alla proliferazione rapida e incontrollata dei capillari, che tendono a regredire dopo il parto. Il rischio principale è che l’infezione passi poi al tratto genitale causando la nascita di bimbi prematuri o sottopeso.

 

 

 

Quali accorgimenti adottare in gravidanza?

Il primo consiglio è di effettuare una pulizia dei denti professionale e risolvere eventuali problemi in atto: una volta a conoscenza del vostro stato interessante, infatti, il dentista sceglierà il trattamento più adatto a voi. Il momento migliore per i controlli è quello tra la 14° e la 20° settimana, fase in cui diminuisce il rischio di aborto e le dimensioni della pancia non sono ancora tali da rendere scomoda la seduta. Evitare bevande gassate e zuccherate, usare regolarmente il filo interdentale e spazzolini da denti delicati, oltre a dentifrici non troppo abrasivi per evitare che danneggino la superficie dei denti. Effettuare sciacqui con acqua e bicarbonato dopo ogni episodio di reflusso gastrico: il bicarbonato aiuta a neutralizzare gli acidi che altrimenti andrebbero a corrodere lo smalto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi